Cortaccia si confronta con l’élite dei vini di varietà bordolese – con grande successo!

Alla terza edizione di Cortaccia Rossa, progetto congiunto dei quattro produttori di Cortaccia, il nostro Cabernet Sauvignon Riserva FREIENFELD 2016 ha raggiunto i massimi risultati. Nella degustazione comparativa con giornalisti del settore provenienti da Italia, Svizzera, Germania, USA, Canada e Australie, il nostro vino rosso di punta ha gareggiato contro quattro noti rappresentanti nazionali e internazionali della varietà. È stato punteggiato dai circa 30 giornalisti e opinion leader (sistema a 100 punti) e ha raggiunto il secondo posto dopo Darmagi 2016 del noto produttore Gaja, che è arrivato primo con un vantaggio di 0,2 punti. I due vini 100-punti-Parker Château Cos d'Estournel 2016 e Sassicaia 2016 (Tenuta San Guido) sono arrivati terzo e quarto.

Faccia a faccia con i migliori

Poichè l'Alto Adige negli ultimi trent'anni è diventata famosa in particolare per la produzione di vini bianchi, i vini rossi delle varietà bordolesi hanno ricevuto un'attenzione limitata. Eppure queste varietà trovano a Cortaccia una seconda casa, riuscendo ad esprimere al meglio tutto il loro potenziale. Per mostrare questo, nel 2015 i quattro produttori di Cortaccia, Baron Widmann, Peter Dipoli, Tiefenbrunner e Cantina Kurtatsch, hanno iniziato l'evento Cortaccia Rossa.

Già nelle due precedenti edizioni di Cortaccia Rossa, siamo riusciti ad affermarci, insieme a Baron Widmann, Peter Dipoli e Tiefenbrunner, contro l'élite dei vini delle varietà bordolesi. Nel 2015, il nostro Merlot Riserva BRENNTAL ha gareggiato contro il Bordeaux, nel 2017 contro Bolgheri - sempre con risultati eccellenti (i risultati possono essere visualizzati qui)!

Cortaccia: vigneti ideali per Cabernet e Merlot

I risultati della degustazione comparativa di quest'anno mostrano ancora una volta il potenziale dei vigneti di Cortaccia per la cultura delle varietà bordolesi. I vigneti a 220-350 metri sul livello del mare con esposizione a sud-est, ripidi e caldi offrono condizioni ottimali. Questo, insieme al terreno ricco di argilla (particolarmente adatto per il Merlot) e al terreno ghiaioso (Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc), rende i vigneti di Cortaccia ideali per la produzione di grandi vini bordolesi di alto livello internazionale. “Cortaccia possiede tutte le carte in regola per essere riconosciuta come seconda regione vinicola in Italia produttrice di vini bordolesi di alta qualità in Italia, accanto alla DOC Bolgheri”, concordano i quattro organizzatori, poiché anche in questa edizione in ciascuno dei quattro confronti il vino derivante da Cortaccia è finito al primo, secondo o al terzo posto.

I quattro produttori di Cortaccia (da sinistra a destra): Christof Tiefenbrunner, Andreas Kofler, Baron Widmann e Peter Dipoli.