Alto Adige Pinot Nero ROSÉ DOC PINOSÈ

Pinot Nero Pinose Rose

150 anni fa nel Sudtirolo vennero piantate le prime viti di Pinot Nero, introdotte dalla Borgogna. Grazie all’incoraggiamento e al sostegno di Edmund Mach, il padre dell’enologia sudtirolese moderna, il Pinot Nero, un vitigno molto esigente, si è rivelato ideale per le fresche isole microclimatiche. Nell’alternarsi di temperature giornaliere mediterranee e raffreddamenti notturni, gli aromi si intensificano, senza peraltro perdere eleganza e freschezza. Con il metodo „Saignée“ (macerazione delicata senza pressatura) il vino acquista succosità e complessità. Il bouquet stimolante ricorda lamponi freschi di rugiada e fragole di bosco. In bocca il Pinosé si presenta vivace ed elegante. La delicata struttura tannica conferisce al Rosè un finale sorprendentemente persistente e succoso.

Volume: 13,5 % vol.

Vitigno: Pinot Noir

Zona produttiva: 500 m s.l.m. - Terreno di argilla sabbiosa

Vinificazione: Metodo Saignée (macerazione senza pressatura) con successiva fermentazione a temperatura controllata in serbatoi d’acciaio inox

Caratteristica: Rosé fresco e succoso

Colore: rosso corallo luminoso

Acidità totale:  6,0 g./l.

Residuo zuccherino:  1,9 g./l.

Capacità d'invecchiamento:  a seconda dell’annata da 2 a 3 anni

Abbinamento: come aperitivo, con pesce (salmone), primi leggeri formaggi delicati e come vino da terrazza estiva

Temperatura di servizio: 9–10 °C

Il Pinot Nero ha esigenze di coltivazione particolari che trova sui pendii rivolti a sudovest nella Bassa Atesina. Il sole pomeridiano, il terreno particolare – un conglomerato di argilla, calce e porfido – e l’altitudine di 400-650 m s.l.m. costituiscono le condizioni ideali per un elegante Pinot Noir.