TERRITORIO PAESAGGIO VIGNETI

Dapprima il paesaggio!
E perché? Semplice: tutto ciò che contraddistingue un buon vino sta nell’uva. L’uva è l’essenza del terreno sul quale cresce, del sole che la riscalda e del vento che la rinfresca.
È la memoria di un’annata, registra pioggia e siccità, calura e freddo. C’è chi lo chiama impronta pedologica e chi terroir. Ma su questo noi non ci lambicchiamo il cervello. Lo sappiamo semplicemente. Da tempo immemorabile viviamo in mezzo ai vigneti, i nostri vigneti.  E produciamo vini che sanno di Cortaccia.


245-350 metri

territorio Brental cantina Cortaccia

Brenntal

Terreni argillosi molto profondi, pieni di energia. Roccia calcarea e di porfido nel terreno garantisce un drenaggio naturale nelle dolci colline sul Brenntal.

500-600 metri

territorio Kofl cantina Cortaccia

Kofl

Nella frazione di Penone, una delle più scoscese zone viticole per la produzione di vini bianchi; terreni alluvionali calcarei con varietà minerali e buon drenaggio. Venti discendenti serali assicurano una frescura naturale costante.

550-640 metri

territorio Hofstatt cantina Cortaccia

Hofstatt

Calce, granito, scisto – un ricco composto minerale dà la sua impronta alle uve di questa zona e conferisce ai vini il loro carattere inconfondibile.

800–900 metri

territorio Graun cantina Cortaccia

Graun

Vigneti esposti al sole consentono di praticare la viticoltura in un ambiente al limite di coltivazione della vite. Sbalzi di temperatura estremi tra giorno e notte comportano intensi aromi fruttati.

Un grande mondo in un piccolo universo

mappa territorio cantina Cortaccia
Cortaccia Kurtatsch

Chi studia la carta dei vitigni e vigneti di Cortaccia deve prendere in considerazione che i pendii sono a terrazze. Altrimenti potrebbe ricavarne un’impressione sbagliata dell’estensione dei vigneti. Il corso dei tempi – i ghiacciai, le forze della terra, vento  e condizioni atmosferiche – ha fatto sì che qui si sviluppasse uno spaccato dell’intera gamma di condizioni pedologiche e climatiche.Si trovano sia pendii calcarei estremamente scoscesi come a Penone che zone esposte dove notevoli sbalzi di temperatura tra giorno e notte conferiscono alle uve uno spiccato aroma. Le uve di montagna arricchiscono il vino del profumo di pascoli alpini appena falciati, mentre le uve di valle, colme di sole,ricordano frutti esotici. Tutto questo in uno spazio ristrettissimo. Un microcosmo del mondo del vino.