Alto Adige Pinot Nero
 DOC

Blauburgunder Pinot Nero

150 anni fa nel Sudtirolo vennero piantate le prime viti di Pinot Nero, introdotte dalla Borgogna. Grazie all’incoraggiamento e al sostegno di Edmund Mach, il padre dell’enologia sudtirolese moderna, il Pinot Nero, un vitigno molto esigente, si è rivelato ideale per le fresche isole microclimatiche. Nell’alternarsi di temperature giornaliere mediterranee e raffreddamenti notturni, sui declivi argillosi di Gleno (comune di Montagna) gli aromi si intensificano, senza peraltro perdere le caratteristiche finezze “borgognoni”. Il carattere varietale vellutato e la delicata eleganza ricordano i grandi esempi della Borgogna.

Volume: 13,5 % Vol.

Vitigno: Pinot Nero

Zona produttiva:  Gleno (Comune di Montagna)

Terreno: terreno sabbioso ed argilloso

Vinificazione: fermentazione a temperatura controllata in vasche aperte – acido degrado e  affinamento nel grande legno

Caratteristica: vino rosso gradevolmente vellutato – ricco

Colore: rosso rubino scuro

Acidità totale: 5,3 g/l

Residuo zuccherino: 1,8 g/l

Capacità d'invecchiamento: da 3 a 5 anni

Da servire: con carni rosse (alla griglia o arrosto), selvaggina, e formaggio stagionato

Temperatura di servizio: 16 – 17° C

Il Pinot Nero ha esigenze di coltivazione particolari che trova sui pendii rivolti a sudovest nella Bassa Atesina. Il sole pomeridiano, il terreno particolare – un conglomerato di argilla, calce e porfido – e l’altitudine di 400-650 m s.l.m. costituiscono le condizioni ideali per un elegante Pinot Noir.